I prossimi passi

ott 4th, 20112 Comments

Ora che il primo fondamentale passo è fatto (trovare ed acquistare la barca) devo passare ad affrontare quelli sucessivi.

Strider necessita di qualche lavoro, pochi ma sufficienti a farmi tralasciare l’idea di prendere il mare subito. Lui mi aspetterà tirato a terra a Blackpool fino ad aprile-maggio 2012 quando, con la bella stagione lo raggiungerò per metterci personalmente le mani.

Nel frattempo dato il mio budget limitato dovrò studiare e capire come fare tutti i lavori e le spese necessarie senza sforare.

I punti che devo focalizzare sono: Sostituzione delle vele, Installazione di un timone a vento, Installazione di un pannello solare, Pittura coperta e scafo, Dotazioni di sicurezza e documenti nautici, Organizzazione cambusa, Acquisto parti di ricambio, materiali e attrezzi necessari… Sicuramente a questa lista si vorranno aggiungere molte altre voci e la difficoltà sarà proprio nel creare una lista di priorità.

Rio delle Amazzoni, madre dei fiumi
allatta piccoli fiumi della Terra.

Marcia Theophilo

Trasferitomi a Blackpool, per fare materialmente tutti i lavori dovrei metterci al massimo un paio di mesi. Una volta pronto farò delle uscite giornaliere nel mare d’irlanda per mettere il tutto a punto in attesa della finestra meteo giusta per fare il grande salto.

Il mio scopo finale è attraversare l’oceano in solitario e la mia meta è fissata nell Amazzonia.
Ma prima dell’oceano ho tanto lavoro da organizzare e fare… un passo alla volta.

2 Commenti to “I prossimi passi”

  1. Romby scrive:

    You are so awesome for helping me solve this mytsery.

  2. Reno scrive:

    I went to tons of links bferoe this, what was I thinking?

Lascia un Commento