Il timone a vento

mar 31st, 2012No Comments

Uno degli acessori indispensabili per affrontare un oceano in solitario è senza dubbio il timone a vento. Ci sono, e molti li preferiscono, quelli elettrici, ma pur essendo superiori con poco vento o con il vento in poppa non mi danno sicurezza essendo dipendenti dall’energia elettrica di bordo e presentando grosse limitazioni con vento forte. Un timone a vento con tutte le sue limitazioni lo sento sicuramente più “naturale” e affidabile.

Per conoscere la storia e il funzionamento di questo strumento vi rimando a questo libro gratuito di Peter Christian Förthmann.

Per una barca con le caratteristiche di Strider il modello più appropriato è sicuramente quello a servo pendolo che garantisce un buon equilibrio fra forza e sensibiltà. Fra tutte le marche che producono questo tipo di timone a vento, quelle storiche come “Windpilot”, “Monitor” e “Aries” costano intorno ai 2-3.000 € che sono sicuramente troppi per le mie tasche. Per fortuna, grazie ad internet molti artigiani medio/piccoli che costruiscono modelli studiati proprio per barche piccole, negli ultimi anni hanno ottenuto visibilità. Fra questi “Mister Vee” risulta innovativo nel design e nell’utilizzo di materie plastiche e “Sea Feather” è specificatamente progettato per barche piccole. Purtroppo entrambi costano ancora troppo per me.

Alla fine della mia ricerca ho optato per il modello a servo pendolo S-301 costruito in Germania da “South Atlantic Self Steering Windvanes” che oltre a darmi completa affidabilità ha un prezzo che si adatta perfettamente al mio budget.
Grazie Thomas!

Lascia un Commento